Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

L’estate molinellese: nella “Molinella da bere” tanti eventi a costi invariati

Si è da poco conclusa un’estate caratterizzata da un fitto calendario di eventi ludici e ricreativi che hanno visto protagonista il nostro territorio. Sin dai primi giorni di giugno (e poi per tutti i week end del mese) Piazza Massarenti è stata riempita con attività, alcune assolutamente inedite, che hanno dato lustro al paese: pensiamo alla novità “Bimbi in festa”, organizzata dai bravissimi ragazzi della “Ludofficina”, che ha portato un ulteriore eccellenza sul nostro territorio.
Nel mese di giugno si sono succedute anche la “Festa della Birra” (di cui abbiamo parlato nell’ultimo numero), passando per la “Festa dello Sport” fino ad arrivare alla 49° Fiera di Molinella, organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con l’Amministrazione, ottenendo un buon riscontro di pubblico ed una vasta offerta di iniziative.
Tra le iniziative che confermano un ottimo consolidato nel tempo giusto citare la rassegna di “Selva in Jazz”, nelle quattro tradizionali serate musicali che si svolgono davanti al Palazzo del Governatore nello storico borgo, oltre al grande successo della “Festa Del Motore”, organizzata nella zona industriale di Molinella dai ragazzi del GAS Racing Team (15.000 visitatori in tre giorni).
Contestualmente alla Fiera di Molinella, si sono svolte (o si svolgeranno da qui a poco) tutte le fiere e le sagre delle frazioni: con la novità del recupero della Fiera di Alberino, oltre a quella consolidata di San Pietro Capofiume. Si è svolta la “Festa di San Vittore” a Marmorta e la “Sagra di San Luigi” San Martino in Argine (mentre questo giornale va in stampa si sta svolgendo la “Festa di Santa Croce” a Selva Malvezzi).
L’Amministrazione inoltre, sempre in collaborazione con la Pro Loco, ha organizzato (raddoppiando le proiezioni) il tradizionale cinema in piazza: portando, novità assoluta, le proiezioni anche nelle frazioni. Un gesto di attenzione dovuto, ripagato da ottimi numeri e presenze (nelle frazioni come nel capoluogo).
Si è poi confermata un’altra novità presentata a partire dall’estate scorsa, i “Martedì in Piazza”. Sei eventi organizzati in diversi punti del territorio, con un’offerta variegata per andare incontro alle varie sensibilità dai cittadini: dalle iniziative sportive, ai concerti, passando per il teatro e perfino ai tornei di carte in via Mazzini.
Crediamo sia utile alla cittadinanza fare un paio di brevi considerazioni. Innanzitutto molte di queste iniziative senza la rete, l’impegno e la presenza di una grande realtà, quella del volontariato molinellese, non si sarebbero potute svolgere. L’Amministrazione comunale ha cercato di fornire il supporto logistico e infrastrutturale necessario, affinché queste realtà potessero trovare un interlocutore, quello pubblico, egualmente motivato per fare delle cose assieme.
Con questo fitto calendario di iniziative, si è andati verso un utilizzo più ampio e strutturato dei luoghi del centro di Molinella: anche quella è stata una scelta difficile, per ovvie motivazioni logistiche e organizzative del traffico e della viabilità. Riteniamo però che i luoghi d’incontro, quelli che mettono la cittadinanza nelle condizioni di interagire, debbano essere valorizzati, e qualora non esistenti, creati.
Ultima considerazione sui costi, tanto più in un momento di crisi economica: aver moltiplicato le iniziative non ha moltiplicato i costi. Si è cercato di fare molto, dati alla mano, con il poco. Questo ha reso necessario un grande utilizzo del volontariato, che ha risposto in maniera eccellente (Pro Loco in prima battuta) ed un grande impegno della macchina comunale che ha cercato di trovare le soluzioni migliori in economia.
Siamo fiduciosi nel fatto che l’offerta abbia incontrato il favore della cittadinanza.